• BENIGNO ha pubblicato un aggiornamento nel gruppo Logo del gruppo di PROFESSIONISTI DEL CREDITO E DELLA FINANZA D’IMPRESAPROFESSIONISTI DEL CREDITO E DELLA FINANZA D'IMPRESA 5 anni fa

    La Garanzia Bancaria è l’obbligo da parte di una banca di pagare una determinata somma di denaro o”a una determinata serie di condizioni” nel qual caso si parla di ”garanzia condizionata”, oppure senza condizioni ”a prima richiesta”.

    In Italia viene spesso richiesta, da banche e non solo, la cosiddetta ”fideiussione bancaria” che, eccetto il caso in cui questa venga aperta sotto forma di affidamento al proprio cliente, generalmente equivale al pari importo in contante del valore facciale richiesto.

    Come può quindi un cliente procurarsela, non avendo tale somma in denaro o equivalente in affidamento?

    Nel mercato internazionale esistono due tipi di Garanzia Bancaria con due differenti ”procedure”di acquisizione: la ”garanzia bancaria in affitto” anche nota come Lease Bank Guarantee e la”garanzia bancaria in vendita” o Sell Bank Guarantee.

    Per acquisire una ”garanzia bancaria in affitto” occorre generalmente contattare un ”applicant” ma più frequentemente un ”mediator” o un ”facilitator” il quale invierà una idonea ”procedura” per far”riassegnare” tale strumento bancario e inviarlo alla banca ricevente del cliente.

    Vi è un costo di affitto denominato ”fee” al quale vanno aggiunti eventuali compensi di consulenza e assistenza (la ”verifica della linea di credito e/o del conditional swift” è un lavoro duro e faticoso e necessita di specifica autorizzazione detta ”authorization to verify credit line”), ma anche spesso un deposito richiesto dall’applicant stesso che si tutela in caso di”unperforming” per causa del richiedente.

    Per acquisire una ”garanzia bancaria in vendita”, posto che si tratta di un mercato abbastanza esclusivo e non accessibile a tutti, occorre in teoria avere i mezzi per il pagamento e/o idoneo”conditional swift”.

    Il ”conditional swift”, (per quanto non esplicitamente menzionato ed anzi talvolta indicato quale termine utilizzato in schemi di frode non meglio precisati), è un sistema in uso per acquistare strumenti finanziari per il tramite di camere di compensazione internazionali quali EUROCLEAR, CLEARSTREAM (ex CEDEL), DTC e altre, in sicurezza.
    E talvolta di acquistare senza soldi o come si dice in gergo ”allo scoperto”.
    Ma vediamo cosa si intende per ”conditional swift”.

    La ”S.W.I.F.T.” è la principale società che gestisce messaggistica di pagamenti a livello interbancario mondiale.
    La SWIFT quindi ha codificato, modificando di continuo, tutta una serie di operazioni di routine che avvengono normalmente tra banche e tra istituzioni finanziarie.
    Per esempio quello che in Italia si chiama volgarmente ”bonifico”, per la SWIFT ieri si chiamava MT100 ed oggi è MT103.
    Se io oggi invio un MT103 sto inviando un WIRE TRANSFER (un ”bonifico”).

    Se invece invio un MT103 Field 72 (MT103/72) alla codifica di invio di denaro aggiungo una informazione, quella del ”campo 72”, che assume i termini della ”CONDIZIONE” (per la quale si può parlare di ”conditional” appunto) e cioè un pagamento che si libera nelle 72 ore (il cosiddetto ”Window Time” di 72 ore necessario ai due bank officers – emittente e ricevente – per effettuare le verifiche a screen e procedere a trasferimento mediante riassegnazione, autenticazione e validazione).

    Un altro esempio di ”conditional swift” (in italiano ”swift condizionato”) è MT543 DVP (Delivering Versus Payment) anche conosciuto come PVD o Delivering Against Payment che equivale alla condizione ”il pagamento si libera al ricevimento” (come il pagamento del contrassegno che si fa al postino).

    Ma il re di tutti i ”conditional swift” è l’MT799 Free Format Message dove, all’interno del testo libero si digita (in inglese) ”il pagamento si libera dopo la verifica e la validazione dello strumento finanziario”, una condizione che consente da un lato di pagare solo dopo la verifica e dall’altra parte di inviare avendo già ricevuto il pagamento condizionato.

    E’ di tutta evidenza pertanto che lo strumento di pagamento condizionato consenta non solo e non tanto la compra-vendita (buy-sell) in contemporanea di strumenti bancari e finanziari ”in sicurezza”, ma altresì è chiaro e palese che tale ”conditional swift” in presenza di mercati liberi (ovvero a bassa regolamentazione) è il mezzo di pagamento ”principe” per consentire l’acquisto e la vendita ”allo scoperto” o attraverso linee di credito che vengono collateralizzate dal medesimo strumento bancario o finanziario che si va ad acquistare.

    Naturalmente non tutti sono a conoscenza di tale mercato e per poter acquistare un tale tipo di strumento bancario, (che, ricordiamolo, ha una scadenza nota come ”expiry date”, e viene venduto”a vista” a prezzo sensibilmente inferiore al ”valore facciale”, gestiti come ”zero coupons”), occorrono”bank officers” primari in sedi quali Zurich, Geneva, Frankfurt, New York e analoghi.

    Il costo di uno strumento ”seasoned” (già emesso) è fatto dal mercato e viaggia tra il 75% e l’85% ma aumenta con l’avvicinarsi della scadenza.

    Con lo ”spread” si possono finanziare progetti, alimentare ”piani ad alto rendimento” quali gli High Yield Investment Programs detti anche HYIP o i meno conosciuti Private Placement Investment Programs detti anche PPIP.

    Tali ”piani ad alto rendimento” basati su questo tipo di ”garanzie bancarie” nascono con i Piani Marshall uno dei quali, il Greater Middle East lanciato da G.W. Bush serve a attrarre all’orbita atlantica e del libero mercato il Medio Oriente.

    Se interessati a saperne di più forniamo le informazioni necessarie relativamente agli strumenti che siamo in grado di intermediare.

    Non è prevista nessuna spesa o costi fino a quando la banca ricevente conferma la ricezione e la conformità dello strumento.

    Il pagamento delle commissioni bancarie è effettuato per ICBPO (ordine condizionato di pagamento)

    Le banche emittenti sono: Deutsche Bank e Credit Suisse.

    Importo minimo: 10 milioni di dollari o equivalente in euro – No max.

    Il processo è semplice:

    1. DOCS:
    -CIS
    -Passaporto
    -Camerale società
    -Sintesi della transazione
    - Prova fondi corrispondente almeno al 10% del valore nominale del titolo

    La prova può essere fornita con una lettera della banca o di un intermediario o con una dichiarazione scritta inviata dalla banca al cliente e può essere consegnata all’ufficio legale del provider , se necessario, con l’indicazione dell’ordine di pagamento inviato dalla banca del cliente.

    Il tutto è contrattualizzato

    Il Cliente richiede alla sua banca di comunicare bank to bank per fornire i pay orders bancari:

    Le banche coordinano la trasmissione dell’ MT760

    I fondi vengono rilasciati al momento del ricevimento e accettazione da parte della banca ricevente.

    Sintesi:

    il Cliente ottiene una lettera dal suo banchiere che comunica loro affermando che creerà un ordine di pagamento banca per $ x dollari/euro su richiesta del cliente.

    I 2 banchieri comunicano per discutere le migliori opzioni per il completamento della transazione

    L’ordine di pagamento viene inviato dalla banca del cliente alla banca ricevente tramite MT799

    L’MT760 viene inviato per la conferma

    I pagamenti vengono effettuati

    A disposizione per eventuali chiarimenti, inviamo i migliori saluti.